Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/22848
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorBenatti, Fabio-
dc.date.accessioned2019-02-26T09:07:07Z-
dc.date.available2019-02-26T09:07:07Z-
dc.date.issued2018-10-23-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10077/22848-
dc.description.abstractSi discorrerà di non-località e entangolamento e del cambio di paradigma che ha trasformato la struttura fondamentale e meno digeribile della meccanica quantistica da rompicapo epistemologico a motore di una nascente rivoluzione tecnologica.it
dc.description.abstractFabio BENATTI è nato nel 1960 a Torino. Ha conseguito la maturità classica presso il liceo Paolo Diacono di Cividale del Friuli nel 1979 e la laurea in Fisica nel 1984 con una tesi sulla “Teoria quantistica della misura” il cui relatore fu il professor GianCarlo Ghirardi. Ha in seguito conseguito un dottorato in Fisica Matematica alla SISSA nel 1988. È stato post doc a Vienna e Dublino nel 1989 e 1990, visiting guest a Lovanio nel 1998, ricercatore presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste dal 1991 al 2014. Dal 2014 è professore associato di Fisica Teorica presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste. A presente, insegna Metodi Matematici della Fisica, Meccanica Statistica, Introduzione all’Informazione Quantistica. Ha pubblicato 140 lavori e due libri.it
dc.language.isoitit
dc.titleI quanti e le loro strane correlazioniit
dc.typeOtherit
item.fulltextNo Fulltext-
item.languageiso639-1other-
item.grantfulltextnone-
Appears in Collections:Caffè delle Scienze e delle Lettere 2018
Show simple item record


CORE Recommender

Page view(s)

16
Last Week
1
Last month
4
checked on Jun 17, 2019

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.