Opere d'arte Lascito Fonda Savio

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 132
  • Publication
    Prospetto vero del Porto e della città di Trieste
    (1756)
    Seutter, Albrecht Carl
    In basso, in due cartigli riccamente ornati e inframezzati dallo stemma con l'aquila bicipite sormontante l'alabarda, elenco di 30 siti della città a sinistra in italiano e a destra in tedesco. (Descrizione sintetica dell'opera: Architetture: Trieste: mura; torre del Mandracchio. Figure: uomini. Mare: Adriatico. Mezzi di trasporto: imbarcazioni; barche; navi.)
      578  65
  • Publication
    Veduta di Trieste assediata
    (1617)
    Keller, Georg
    Scena raffigurante un episodio delleGuere Gradiscane che videro fronteggiarsi gli Asburgo e la Repubblica di Venezia tra il 1615 e il 1617. Veduta della costa tra Trieste e Capodistria e del tratto di mare antistante con la flotta della Serenissima in posizione d'assedio. (Descrizione sintetica dell'opera: Architetture: mura cittadine. Attività umane: guerra. Figure: uomini; soldati. Mare: Adriatico; Saline. Mezzi di trasporto: navi; barche.)
      598  82
  • Publication
    Polla
    (1690)
    Peeters, Jacobus
    La carta geografica presenta nella zona superiore la rappresentazione della città, nella parte inferiore e sulla sinistra sono invece raffigurate svariate imbarcazioni. Ad alcuni degli edifici visibili sono associati dei numeri da 1 a 6. La spiegazione di tale numerazione, in lingua francese, si trova all’esterno del riquadro, nella parte bassa della stampa: 1 Colisée ancien 2 Monastere de Religieuses 3 Ruines antiques 4 Le port de Pola 5 Tour d'Orlande 6 S. Marie du Promontoir. La stampa faceva parte di "Description des principales villes, havres et Iles du Golfe de Venise du coté Oriental, comme aussi des villes et forteresses de la Morée et quelques places de la Grèce, des principales iles de l'Archipel, de quelques places de la Terre Saincte et autres dessous la Domination Ottomanne…" pubblicato ad Anversa nel 1690. (Descrizione sintetica dell'opera: Carta geografica: Istria; Pola. Mezzi di trasporto: imbarcazioni.)
      615  56
  • Publication
    Carta dell’Istria
    (1803)
    Capellaris, Giovanni Antonio
    Carta geografica con un margine graduato e doppio rigo nero esterno. La rappresentazione geografica coglie l’intera penisola istriana, da Trieste a Fiume. Si tratta del rifacimento corretto della Carta dell’Istria pubblicata dal capodistriano Giovanni Valle nel 1784. È probabile che il rifacimento sia stato sollecitato, dopo il trattato di Campoformido dal Conte Raimondo Torre Hoffer Valvassina, primo commissario austriaco dei territori appartenuti a Venezia in Istria e Dalmazia. La carta in questione è la variante di una carta già pubblicata nel 1797 da Giovanni Torricella (le sole divergenze rispetto ad essa sono l’anno di edizione e l’editore). In alto a destra vi è l’immagine di una lapide infissa nel terreno, essa funge da cartiglio per la scritta: “CARTA/DELL'/ISTRIA/Riveduta, et aumentata/dal Cesareo Reggio/Ingegnere /Gio[vanni] Antonio Capelaris/l'anno 1803.” Nell’angolo in basso a sinistra vi è una veduta del Porto di Pola e del tempio di Augusto (al di sotto dei quali vi è la didascalia IL TEMPIO DI AUGUSTO/Esistente in Pola) e il disegno di un blocco di pietra allungato contenente la scala grafica di 6 miglia geografiche e la scritta MIGLIE GEOGRAFICHE LX AL GRADO. Sovrasta tali immagini una rosa di 16 venti assai schematica. Nell’angolo in basso a destra vi sono l'Arco dei Sergi e l'Arena di Pola, sormontati dalla scritta ARCO TRIONFALE ED ANFITEATRO eretti in Pola sotto Augusto Imp[eratore]. (Descrizione sintetica dell'opera: Carte geografiche: Istria.)
      453  100
  • Publication
    A M. Arban, reduce dall'aereo suo viaggio del 14 Decembre 1845 in Trieste
    Kunz, Carlo
    Carta che illustra il tragitto di un viaggio in mongolfiera compiuto da M. Arban il 14 Dicembre 1845. Si può dedurre che partì da Trieste e seguendo una rotta verso sud (non rettilinea, ma leggermente deviata verso est) si diresse verso Rovigno sorvolando gli abitati di Muggia e Portole. Quasi sicuramente colui che compì tale viaggio, M. Arban, è da identificarsi con Francois Arban (1815-1849), noto anche come Francesco Arban di Lione (dal luogo di nascita), aviatore francese famoso per essere stato il primo a sorvolare le Alpi in mongolfiera.
      490  61