Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/27165
Title: Buone pratiche linguistiche nella pubblica amministrazione
Authors: MARTINI FABIANA
Keywords: invisibilitànominarecambiamentoPAsensibilizzazione
Issue Date: 2019
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Fabiana Martini, “Buone pratiche linguistiche nella pubblica amministrazione” in: “Non esiste solo il maschile. Teorie e pratiche per un linguaggio non discriminatorio da un punto di vista di genere”, EUT Edizioni Università di Trieste, Trieste, 2019, pp. 81-83
Abstract: 
Tre le strade intraprese dal Comune di Trieste per togliere le donne, che rappresentano la maggioranza dei dipendenti, dall’invisibilità: la formazione, perché il patriarcato è una questione culturale e non basta cambiare i nomi per cambiare le cose; la sinergia con altre istituzioni e agenzie educative; la scelta di non imporre l’uso del genere nel linguaggio amministrativo, perché la lingua non si cambia per decreto.
Type: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/27165
ISBN: 978-88-5511-052-5
eISBN: 978-88-5511-054-9
Rights: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/
Appears in Collections:Non esiste solo il maschile. Teorie e pratiche per un linguaggio non discriminatorio da un punto di vista di genere

Files in This Item:
File Description SizeFormat
07-martini_81-83.pdf53.9 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

109
checked on Oct 4, 2022

Download(s)

47
checked on Oct 4, 2022

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons