Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/27165
Title: Buone pratiche linguistiche nella pubblica amministrazione
Authors: MARTINI FABIANA 
Keywords: invisibilitànominarecambiamentoPAsensibilizzazione
Issue Date: 2019
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Fabiana Martini, “Buone pratiche linguistiche nella pubblica amministrazione” in: “Non esiste solo il maschile. Teorie e pratiche per un linguaggio non discriminatorio da un punto di vista di genere”, EUT Edizioni Università di Trieste, Trieste, 2019, pp. 81-83
Abstract: 
Tre le strade intraprese dal Comune di Trieste per togliere le donne, che rappresentano la maggioranza dei dipendenti, dall’invisibilità: la formazione, perché il patriarcato è una questione culturale e non basta cambiare i nomi per cambiare le cose; la sinergia con altre istituzioni e agenzie educative; la scelta di non imporre l’uso del genere nel linguaggio amministrativo, perché la lingua non si cambia per decreto.
Type: Book
URI: http://hdl.handle.net/10077/27165
ISBN: 978-88-5511-052-5
eISBN: 978-88-5511-054-9
Rights: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/
Appears in Collections:Non esiste solo il maschile. Teorie e pratiche per un linguaggio non discriminatorio da un punto di vista di genere

Files in This Item:
File Description SizeFormat
07-martini_81-83.pdf53.9 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

64
Last Week
0
Last month
2
checked on Nov 25, 2020

Download(s) 10

23
Last Week
1
Last month
1
checked on Nov 25, 2020

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons