Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/29340
Title: Indagine sulle barriere all’acquisto delle auto elettriche. Evidenze su un campione di rispondenti italiani
Authors: Giansoldati, Marco 
Monte, Adriana
Scorrano, Mariangela 
Parma, Andrea
Issue Date: 2019
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Marco Giansoldati, Adriana Monte, Mariangela Scorrano, Andrea Parma, "Indagine sulle barriere all’acquisto delle auto elettriche. Evidenze su un campione di rispondenti italiani" in: "La decarbonizzazione dei trasporti: è un obiettivo possibile?", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2019, pp. 139-170
Abstract: 
Il passaggio verso una più ampia adozione di auto elettriche rappresenta una
delle strade per raggiungere con successo la decarbonizzazione dei trasporti.
Questo obiettivo è di particolare rilievo perché il trasporto su strada è responsabile
di più del 20% delle emissioni totali di gas effetto serra in Italia, ed è anche la
principale causa di rilascio di particolato nell’atmosfera. Il livello di penetrazione
delle auto elettriche in Italia è però ancora molto basso e rappresenta lo 0,5%
sul totale delle immatricolazioni per il periodo che va dall’inizio di gennaio 2019
fino alla fine di ottobre dello stesso anno. La nostra ricerca mira a far luce su quali
sono sono le barriere che frenano l’acquisto di un’auto elettrica da parte di un
potenziale consumatore. Dai dati raccolti attraverso un questionario somministrato
in Italia nel luglio 2019 ad un campione rappresentativo della popolazione
italiana risulta che le tre principali preoccupazioni sono la presenza di una densità
insufficiente di stazioni di ricarica veloci, il prezzo d’acquisto e la difficoltà ad
utilizzare l’auto elettrica in autostrada per mancanza di infrastrutture. Diversamente,
sicurezza, rischio tecnologico, accelerazione e piacere di guida non sono
considerate barriere da oltre la metà dei rispondenti. L’ipotesi di indipendenza
tra le barriere e alcune caratteristiche socio-economiche, verificata attraverso il
test chi-quadro, è rigettata per il numero più alto di barriere quando viene considerato
il genere, il reddito, il grado di istruzione, la conoscenza dell’auto elettrica
e la partecipazione ad associazione ambientale.
È stato quindi realizzato uno sforzo di riduzione del numero delle barriere attraverso
due modalità, la prima mediante un cluster gerarchico che porta all’identificazione
di sette gruppi di barriere, la seconda attraverso l’analisi delle
componenti principali che ha portato alla scelta delle prime due componenti,
interpretabili la prima come una barriera generica all’acquisto dell’auto elettrica
e la seconda relativa ai possibili impatti ambientali. Infine, abbiamo condotto
un’analisi cluster sugli individui che ci ha consentito di raggruppare i rispondenti
in quattro categorie, ovvero gli avversi, i perplessi, gli incerti ed i favorevoli.
Type: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/29340
ISBN: 978-88-5511-107-2
Rights: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
Appears in Collections:La decarbonizzazione dei trasporti: è un obiettivo possibile?

Files in This Item:
File Description SizeFormat
06-GIANSOLDATI-MONTE-SCORRANO-PAOLA_139-170.pdf1.03 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

112
checked on Sep 24, 2022

Download(s) 50

323
checked on Sep 24, 2022

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons