Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/30710
Title: L’emergenza del diritto tra potere e ordinamento. Una riflessione a marginedi Intelligenza politica e ragion di Stato di Francesco Gentile
Authors: Bonino, Christian
Keywords: Francesco GentileDiritto; PotereOrdinamentoNatura umanaOrigine del dirittoDecostruzioneFrancesco GentileLaw; PowerOrderHuman natureOrigin of lawDeconstruction
Issue Date: 2020
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Christian Bonino, "L’emergenza del diritto tra potere e ordinamento. Una riflessione a marginedi Intelligenza politica e ragion di Stato di Francesco Gentile", in: "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. XI (2020) n. 1", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2019, pp. 67-72
Journal: Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica 
Abstract: 
La riflessione giuridico-politica di Francesco Gentile, rifacendosi
all’aristotelica concezione dell’essere umano
come zoon politikon, si pone in netto contrasto con la
modernità. Mentre il pensiero moderno, caratterizzando
il soggetto quale individuo indipendente e solo, giunge
a una concezione del diritto come potere e della politica
come violenza, il filosofo padovano si sforza di spezzare
il binomio diritto-potere e di restituire alla politica la sua
dimensione di attività compiuta da esseri umani liberi e
volta al riconoscimento comune del Bene. Il presente intende
mostrare che, in realtà, tra queste due posizioni non
sussiste un contrasto inconciliabile, bensì una necessaria
e inscindibile complementarità originaria.

Francesco Gentile’s juridical-political reflection,
referring to the Aristotelian view of the human
being as zoon politikon, is in a sharp contrast
with modernity. While modern thought, characterising
the Subject as a single individual, gets
to a conception of law as power and of politics as
violence, the Paduan philosopher strives to break
the duo law-power and to return to politics
its dimension of “free-men-activity”, which aims
at the joint acknowledgement of the Good. This
paper will show to prove that, in reality, between
these two stances there is not an irreconcilable
contrast but a necessary and unbreakable original
complementarity.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/30710
ISSN: 2035-584x
License: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
License URL: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/
Appears in Collections:24 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. XII (2020), n. 1 (gennaio-giugno)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
6_tigor_I_2020.pdf99.63 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record

This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons



CORE Recommender

Page view(s)

36
checked on Jul 4, 2020

Download(s)

3
checked on Jul 4, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons