Browse
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed
Per la cura di Massimo Gioseffi e con la collaborazione di alcuni giovani studiosi dell’Università di Milano (Isabella Canetta, Elena Dell’Oro, Luigi Pirovano, Martina Venuti) si è tenuta nella Sala Napoleonica di Palazzo Greppi la seconda edizione dei Seminari sulla continuità dell’antico dedicata al tema: Idillio, epillio, bucolica: fortuna di generi minori. Davanti a un pubblico folto, qualificato e attivo, la lectio magistralis di Giuseppe Aricò (“Leues libelli”. Su alcuni aspetti della poetica dei generi) ha aperto la riflessione sull’inquadramento storico ed estetico (Fernandelli, Gatti, Fucecchi), sullo sviluppo entro i confini dell’età antica (Agosti, Fassina, Cristante) e sulla ricezione moderna (Marinčič, Santini, Ferrario) di alcuni - maggiori - tra i generi minori della poesia antica. Danielle van Mal Maeder, Massimo Gioseffi, Giancarlo Mazzoli, Paolo Mastandrea, Luca Mondin, David Paniagua e altri studiosi convenuti al seminario hanno contribuito all’analisi di problemi particolari, ma anche e soprattutto a portare alla luce, per quanto possibile, un quadro d’insieme. La problematica definizione formale e storico-culturale di un sottogenere nato ‘moderno’ come l’epillio ha costituito, si può dire, il filo rosso che ha guidato il dibattito. Gli atti del seminario si leggono ora in CentoPagine 2, che con questo numero conferma il rispetto della sua cadenza annuale. La terza edizione dei Seminari sulla continuità dell’antico si terrà nei giorni 19-20 giugno del 2009 a Ljubljana, sotto la guida di Marko Marinčič.

Gianfranco Agosti, Marco Fernandelli

Discover