03 La raccolta numismatica di Girolamo Mancini: dalla Cortona etrusca all’Italia risorgimentale : [1] Collection home page

Browse
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 1 of 1
PreviewIssue DateTitleAuthor(s)
Numismatica_Documenti_3_Gariboldi.pdf.jpg2021La raccolta numismatica di Girolamo Mancini: dalla Cortona etrusca all’Italia risorgimentaleAndrea Gariboldi 
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 1 of 1
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed

Questo libro illustra la raccolta numismatica di Girolamo Mancini (1832–1924), Lucumone e celebre bibliotecario dell’Accademia Etrusca di Cortona. La sua collezione di monete e medaglie conta 477 pezzi e copre un arco temporale che spazia dalla Cortona etrusca all’Italia risorgimentale, concentrandosi, per la parte più antica, sul territorio cortonese, e aprendosi, per la parte moderna, alla monetazione degli Stati italiani preunitari. Essa comprende, in particolare, le prime rare monete etrusche della “serie della ruota” e anche una pregevole placchetta in bronzo opera dell’artista rinascimentale Giovanni Bernardi da Castel Bolognese. Quest’ultima è una diretta derivazione dal cristallo di rocca del Walters Art Museum di Baltimora, identificato in questa sede, per la prima volta, con l’opera dell’artista romagnolo ricordata da Vasari nell’edizione giuntina delle Vite (1568). Oltre al catalogo numismatico, l’Autore tratta e contestualizza alcune particolari emissioni monetali etrusche, attraverso una ricerca condotta sulle fonti d’archivio dell’Accademia Etrusca di Cortona. La collezione Mancini si conserva oggi nel nuovo monetiere collocato nello studiolo della Biblioteca del Sacro Eremo di Camaldoli, fatto realizzare appositamente nell’ambito del progetto di catalogazione e valorizzazione della raccolta, conclusosi con la pubblicazione del presente volume.

Andrea Gariboldi, laureato in Lettere e Filosofia con tesi in Numismatica e specializzato in Archeologia presso l’Università degli Studi di Milano, ha poi conseguito il titolo di Dottore di Ricerca presso l’Università di Bologna. Attualmente è Ricercatore (RTD) in Numismatica dell’Università degli Studi di Trieste. Si occupa principalmente di numismatica classica e orientale, di economia antica e storia del collezionismo. Tra le sue numerose pubblicazioni: Il ripostiglio di Montecalvo (Pavia) 1923. Antoniniani di Gallieno e Claudio II Gotico, Milano 2001; Il regno di Xusraw dall’anima immortale. Riforme economiche e rivolte sociali nell’Iran sasanide del VI secolo, Milano 2009; Sasanian Coinage and History. The Civic Numismatic Collection of Milan, Costa Mesa California 2010; Sylloge Nummorum Sasanidarum Tajikistan. Sasanian Coins and their Imitations from Sogdiana and Tocharistan, Vienna 2017; per EUT ha curato il volume: Luis de Molina. Trattato sulla giustizia e il diritto. I contratti di cambio: dispute 396‑410. Il valore della moneta e i banchieri nell’Impero spagnolo del XVI sec., Trieste 2016.