04 «Porre un soldato alla inquisitione». I processi del Sant’Ufficio nella fortezza di Palmanova, 1595-1669

Details

Il presente volume contiene l’edizione critica e sistematica dei processi del Sant’Ufficio di Aquileia e Concordia contro soldati e abitanti civili della fortezza veneziana di Palmanova nel periodo compreso tra il 1595 e il il 1669. Questi atti inquisitoriali rappresentano uno strumento per studiare la storia istituzionale dell’Inquisizione romana e il dissenso religioso in Europa, ma anche per cogliere aspetti della società e della mentalità nella loro valenza antropologica. L’introduzione analizza l’intervento del Sant’Ufficio in una realtà militare, sede di numerose soldatesche straniere non cattoliche, e il difficile rapporto giurisdizionale intercorso tra Venezia e Roma a causa della speciale immunità pretesa dalla Serenissima per la sua più importante fortificazione al confine orientale. L’analisi è condotta attraverso una ricerca che incrocia documentazione ecclesiastica e statale, dalla quale emerge un operato saltuario e fortemente ridimensionato del Sant’Ufficio. Viene poi studiata la repressione del dissenso religioso attraverso le procedure di riconciliazione al cattolicesimo di soldati luterani e calvinisti, di cristiani greci e di rinnegati e i battesimi dei soldati musulmani, per comprendere infine gli altri delitti contro la fede, in particolare la magia, nel generale disegno di disciplinamento della società.

Giuseppina Minchella è componente del Centro di Ricerca sull’Inquisizione dell’Università di Trieste e si occupa dell’attività del Sant’Ufficio in Friuli, a Venezia e nello Stato veneziano. Tra i suoi studi: I processi del Sant’Ufficio di Aquileia e Concordia per apostasia all’islam contro i soldati della fortezza di Palma (1605- 1652), «Metodi e Ricerche», n.s., XXIV, 1, 2005; Storie di donne. Due cause dell’Archivio Udinese, Palmanova, Circolo Comunale di Cultura Nicolò Trevisan, 2005; Tra i soldati della fortezza veneziana di Palma: il mosaico delle fedi tra Sant’Ufficio e ragione di Stato, in Con o senza le armi. Controversistica religiosa e resistenza armata nell’età moderna, Torino, Claudiana, 2008; Alterità e vicinanza: cristiani, turchi, rinnegati, ebrei a Venezia e nella frontiera orientale, «Giornale di storia», (4), 2010.

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 1 of 1
  • Publication
    «Porre un soldato alla inquisitione». I processi del Sant’Ufficio nella fortezza di Palmanova, 1595-1669
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2009)
    Minchella, Giuseppina
    ;
    Giovanna Paolin
    Il presente volume contiene l’edizione critica e sistematica dei processi del Sant’Ufficio di Aquileia e Concordia contro soldati e abitanti civili della fortezza veneziana di Palmanova nel periodo compreso tra il 1595 e il il 1669. Questi atti inquisitoriali rappresentano uno strumento per studiare la storia istituzionale dell’Inquisizione romana e il dissenso religioso in Europa, ma anche per cogliere aspetti della società e della mentalità nella loro valenza antropologica. L’introduzione analizza l’intervento del Sant’Ufficio in una realtà militare e il difficile rapporto giurisdizionale intercorso tra Venezia e Roma. L’analisi è condotta attraverso una ricerca che incrocia documentazione ecclesiastica e statale, dalla quale emerge un operato saltuario e fortemente ridimensionato del Sant’Ufficio. Viene poi studiata la repressione del dissenso religioso, per comprendere infine gli altri delitti contro la fede, in particolare la magia, nel generale disegno di disciplinamento della società.
      169  1132