Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/33334
Title: La Comunità di destino condiviso per l’umanità come espressione di un nuovo umanesimo giuridico cinese: elementi interni e dimensioni internazionali
Authors: Staiano, Maria Francesca
Keywords: UmanesimoCinaCodice civileRelazioni internazionaliComunità di futuro condiviso per l’umanitàHumanismChinaCivil CodeInternational relationsCommunity of shared future for mankind
Issue Date: 2021
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Maria Francesca Staiano, "La Comunità di destino condiviso per l’umanità come espressione di un nuovo umanesimo giuridico cinese: elementi interni e dimensioni internazionali" in: "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. XIII (2021), n. 2 (luglio-dicembre)", EUT Edizioni Università di Trieste, Trieste, 2021, pp. 185-192
Journal: Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica 
Abstract: 
In questo articolo proponiamo il concetto di neoumanesimo cinese per interpretare l’attuale processo di riforma interna cinese e il posizionamento internazionale della Cina. Sebbene correnti e idee simili fossero già emerse nella storia della Cina, l’analisi si concentrerà sugli aspetti innovativi dell’attuale traiettoria riformista cinese. Si sostiene infatti che numerosi elementi del pensiero neoumanista in Cina abbiano rivelato la loro influenza nel diritto e nelle relazioni internazionali. La stesura del nuovo codice civile della Repubblica Popolare Cinese, approvato nel maggio 2020, e la costruzione di nuove teorie e pratiche delle relazioni internazionali, in particolare l’adozione del concetto di “Comunità di Futuro/Destino condiviso per l’umanità” (Renlei mingyun gongtongti), offrono molti contenuti per interpretare, attraverso un pensiero circolare, la costruzione di un sistema che si pone come approccio centrato sulle persone “popolo-centrismo” (Min ben zhuyi), generando un nuovo umanesimo.

In this article we propose the concept of Chinese neohumanism to interpret the current Chinese internal reform process and China’s international positioning. Although similar currents and ideas had already emerged in the history of China, the analysis will focus on the innovative aspects of the current Chinese reformist trajectory. In fact, it is argued that elements of “neo-humanist” thought in China have revealed their influence on international law and relations. The drafting of the new Civil Code of the People’s Republic of China, approved in May 2020, and the construction of new theories and practices of international relations, especially the adoption of the concept of “Community of Shared Future for Mankind” (Renlei mingyun gongtongti), offer many contents to interpret through a circular thought the construction of a system that stands as a people-centered approach (Min ben zhuyi), generating a new humanism
Type: Proceedings
URI: http://hdl.handle.net/10077/33334
ISSN: 2035-584x
Rights: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
Appears in Collections:27 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. XIII (2021), n. 2 (luglio-dicembre)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
19-Staiano.pdf114.09 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

60
checked on Jun 30, 2022

Download(s)

12
checked on Jun 30, 2022

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons