Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 174


Indice

Andrea Favretto
Cartografando. Protagonisti e fatti dal mondo delle mappe. Episodio I. Johann Heinrich Lambert

Carolien Fornasari, Aurora Rapisarda, Giannantonio Scaglione
Da risorsa a elemento marginale: l’idro-geografia delle rogge a Rovereto tra XIX e XX secolo

Elena Dai Pra, Carolien Fornasari
Tutelare e valorizzare la cartografia storica militare della Grande Guerra: il fondo cartografico del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto (TN)

Stefania Cerutti, Stefano De Falco, Teresa Graziano
Geografia della marginalità dei Comuni italiani: esiti di un’indagine multifattoriale mediante cluster analysis

Brunella Brundu
Modelli per l’analisi dei paesaggi economici: gli esempi delle città turistiche di Alghero e Olbia (Nord-Sardegna)

Anna Guarducci, Giancarlo Macchi Jànica
Geografia storica e analisi geospaziale per un progetto di sviluppo locale: il caso di Monticiano in Val di Merse, area marginale della campagna senese

Daniele Bagnoli, Giorgia Iovino
Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e rigenerazione urbana: una prima mappatura dei progetti approvati

Nicola Gabellieri, Valentina Pescini
Cartografia storica e fonti bio-stratigrafiche per la caratterizzazione dei paesaggi vitivinicoli storici: casi applicativi in Liguria e Trentino

Federica Epifani, Donatella Valente
Rappresentazioni cartografiche per la pianificazione turistica sostenibile. Alcune evidenze pugliesi

Luca Lucchetti
Dalle fotografie aeree storiche alla Realtà Aumentata, strumenti per la ricostruzione del paesaggio. Il caso di Viterbo nel 1944

 

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 11
  • Publication
    Dalle fotografie aeree storiche alla Realtà Aumentata, strumenti per la ricostruzione del paesaggio. Il caso di Viterbo nel 1944
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2022)
    Lucchetti, Luca
    La fotografia aerea ha permesso la nascita di una nuova prospettiva sul mondo che attraverso la fotogrammetria si è trasformata nella possibilità di creazione di nuove mappe. L’incontro con la computer vision ha riportato le immagini alla loro originaria tridimensionalità attraverso la ricostruzione dei paesaggi che, grazie ai sistemi di posizionamento GPS, sono correttamente georeferenziati. Questo tipo di sistema, però, non supporta solo lo studio dello scenario attuale ma, a maggior ragione, può divenire uno strumento imprescindibile per la ricostruzione del paesaggio storico. Il contributo nasce dal tentativo di indagare le potenzialità di rappresentazione e interpretazione della ricostruzione fotogrammetrica tridimensionale a partire da fotografie aeree storiche. Il quale si può trasformare in uno strumento di supporto per le analisi delle criticità delle aree interne derivanti dalle differenze territoriali. Per questo si è scelto il caso studio della città di Viterbo e del suo territorio nel 1944, in una fase di passaggio tra l’area urbana contenuta quasi esclusivamente all’interno delle mura urbiche e lo sviluppo successivo all’esterno di esse, processo dovuto anche alla ricostruzione a seguito dei bombardamenti che colpirono duramente la città durante la Seconda guerra mondiale. Una ricerca applicata al confronto tra la moderna situazione territoriale e i cambiamenti storici avvenuti, con un focus sulla ricostruzione del paesaggio per identificare le problematiche e le possibilità di tipo divulgativo e operativo. A tale scopo si è cercato di implementare la Realtà Aumentata attraverso una visualizzazione tramite smartphone, per permettere di usufruire direttamente sul campo di un modello tridimensionale scalabile della Viterbo del 1944, favorendo, al contempo, lo studio, la divulgazione e valorizzazione della storia e del territorio della città.
      111  159
  • Publication
    Rappresentazioni cartografiche per la pianificazione turistica sostenibile. Alcune evidenze pugliesi
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2022)
    Epifani, Federica
    ;
    Valente, Donatella
    Il contributo presenta alcuni risultati intermedi del progetto di ricerca “Tools and methodologies for a Smart evolution of governance”, finanziato nell’ambito del programma REsearch For INnovation della Regione Puglia. Obiettivo del progetto è quello di individuare nuove strategie funzionali alla mitigazione degli impatti ambientali derivanti dal turismo, attraverso forme di governance smart e partecipativa. In questa fase di progetto, la rappresentazione cartografica di alcune variabili economiche, sociali, culturali e ambientali si pone quale strumento funzionale ad uno studio olistico delle pressioni e degli impatti imputabili al driver turismo. Inoltre, essa è utile all’identificazione degli stakeholders da coinvolgere attivamente nell’implementazione di strategie partecipative in grado di rappresentare delle risposte efficaci.
      114  100
  • Publication
    Cartografia storica e fonti bio-stratigrafiche per la caratterizzazione dei paesaggi vitivinicoli storici: casi applicativi in Liguria e Trentino
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2022)
    Gabellieri, Nicola
    ;
    Pescini, Valentina
    I recenti passaggi normativi costituiti dal Testo Unico del Vino (2016) e dal Decreto Ministeriale n. 6899 del 2020 hanno portato alla legittimazione a livello ministeriale del patrimonio storico-ambientale costituito dai “vigneti eroici” e “vigneti storici”. Per questi ultimi, il D.M. fissa una serie di criteri per ottenere il riconoscimento, tra cui l’utilizzo di metodi di allevamento tradizionali e l’esistenza in data antecedente al 1960. Come già notato, tale normativa apre nuovi spazi per ricerche geostoriche e archeologico-ambientali applicate alla caratterizzazione e alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico rurale del paese. Il contributo discute limiti e potenzialità delle fonti cartografiche storiche per lo studio diacronico dei paesaggi vitati, anche attraverso l’incrocio con fonti di terreno proprie della ricerca archeologica. A questo proposito si presentano due casi studio, situati in Liguria e in Trentino, che permettono di esplorare serie documentali diverse (XVIII-XX secolo), a causa della diversità di fonti disponibili per i territori dei diversi stati pre-unitari del Paese. La cartografia storica è stata raccolta e analizzata in successione, secondo il metodo del filtraggio cartografico, per costruire una “biografia” dei paesaggi vitati dei casi studio. In conclusione, si vuole evidenziare le potenzialità dell’analisi geostorica e delle fonti cartografiche per fornire informazioni su estensione, forme di allevamento e composizione dei vigneti storici, anche in funzione di una geografia storica applicata capace di rispondere ai riconoscimenti ministeriali. Al tempo stesso, l’esame dei due casi studio permette di far emergere spunti di riflessione teorici e metodologici da porre in dialogo con le categorie ufficiali attualmente impiegate.
      92  118
  • Publication
    Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e rigenerazione urbana: una prima mappatura dei progetti approvati
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2022)
    Bagnoli, Daniele
    ;
    Iovino, Giorgia
    Il presente lavoro indaga le modalità attraverso cui il tema della rigenerazione urbana è affrontato all’interno del quadro normativo italiano e nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con l’intento di: i) fornire una sintetica review dell’attuale quadro normativo in materia di rigenerazione urbana; ii) realizzare una prima mappatura dei progetti approvati e finanziati dal PNRR; iii) discutere criticamente modalità e criteri allocativi utilizzati per la ripartizione delle risorse, con particolare riferimento alla variabile chiave utilizzata, l’indice composito di vulnerabilità sociale e materiale elaborato dall’Istat.
      139  214