Stella Polare. 20 anni di rotta e di rete anti-tratta

Details

Nell’anno zero di Stella Polare, il 2000, le fondatrici del Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute hanno dato avvio a Trieste al primo progetto di accoglienza per donne migranti vittime di tratta in una regione di confine come il Friuli Venezia Giulia. Da allora il percorso si è sviluppato attraverso una fitta rete di collaborazioni con enti e istituzioni verso forme di azione e politiche a sostegno dell’integrazione sociale per l’inserimento socio-lavorativo delle vittime di tratta e di sfruttamento. Per ricostruire i primi vent’anni di Stella Polare, il volume raccoglie le narrazioni di magistrati/e, giudici, poliziotti, operatrici sociali, mediatori, operatrici legali, assistenti sociali, antropologhe, attiviste e volontarie che sono stati protagonisti e collaboratori attivi nella realizzazione di questa rete anti-tratta. Attraverso il filo narrativo delle loro testimonianze possiamo leggere i vari passaggi storici e segnalare le tappe fondamentali di un processo purtroppo ancora in fieri, rilevando gli snodi critici che hanno modificato il mercato del lavoro sessuale ed i processi migratori, soprattutto nello spazio europeo e nelle aree di frontiera. Diversi sguardi e prospettive professionali ed esistenziali si intrecciano in un racconto corale che restituisce un percorso comune in cui Stella Polare ha continuato ad indicare la direzione nella lotta alla tratta degli esseri umani e la rotta per il percorso di riscatto e di emancipazione da ogni forma di sfruttamento o sopruso dei diritti umani.

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 1 of 1
  • Publication
    Stella Polare. 20 anni di rotta e di rete anti-tratta
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2023)
    ALTIN, ROBERTA
    ;
    Saba, Veronica
    Nell’anno zero di Stella Polare, il 2000, le fondatrici del Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute hanno dato avvio a Trieste al primo progetto di accoglienza per donne migranti vittime di tratta in una regione di confine come il Friuli Venezia Giulia. Da allora il percorso si è sviluppato attraverso una fitta rete di collaborazioni con enti e istituzioni verso forme di azione e politiche a sostegno dell’integrazione sociale per l’inserimento socio-lavorativo delle vittime di tratta e di sfruttamento. Per ricostruire i primi vent’anni di Stella Polare, il volume raccoglie le narrazioni di magistrati/e, giudici, poliziotti, operatrici sociali, mediatori, operatrici legali, assistenti sociali, antropologhe, attiviste e volontarie che sono stati protagonisti e collaboratori attivi nella realizzazione di questa rete anti-tratta. Attraverso il filo narrativo delle loro testimonianze possiamo leggere i vari passaggi storici e segnalare le tappe fondamentali di un processo purtroppo ancora in fieri, rilevando gli snodi critici che hanno modificato il mercato del lavoro sessuale ed i processi migratori, soprattutto nello spazio europeo e nelle aree di frontiera. Diversi sguardi e prospettive professionali ed esistenziali si intrecciano in un racconto corale che restituisce un percorso comune in cui Stella Polare ha continuato ad indicare la direzione nella lotta alla tratta degli esseri umani e la rotta per il percorso di riscatto e di emancipazione da ogni forma di sfruttamento o sopruso dei diritti umani.
      149  7202