Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3684
Title: Outcome a breve - medio termine di un campione di adolescenti con disturbi del comportamento alimentare (DCA): studio dei fattori prognostici della cormobilità psichiatrica delle caratteristiche di personalità, regolazione affettiva, organizzazione dell' identità e stile di attaccamento
Authors: Vesco, Serena
Keywords: adolescenceanorexia nervosaoutcomepersonalityprognostic factors
Issue Date: 22-Mar-2010
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: Obiettivo: valutare attraverso uno studio prospettico l’outcome a breve-medio termine (follow up medio di 36 mesi) di un campione di adolescenti con Disturbi del Comportamento Alimentare e i fattori prognostici che vi incidono. Campione: costituito da 51 soggetti di sesso femminile, di età compresa tra i 13 e i 18 anni, che soddisfano i criteri diagnostici (DSM-IV-TR, APA, 2003) per AN oppure EDNOS, verificati tramite K-SADS, e selezionate tra i soggetti giunti al Centro Amenorree dell’AO OIRM-S.Anna di Torino. Strumenti: Morgan-Russell Outcome Assessment Schedule nella versione modificata da Jeammet (’91); Scale psicometriche self-report: Child Behavior Checklist/4-18 e YSR (Achenbach, 1991); Eating Disorders Inventory-2 (Garner, 1991); Temperament and Character Inventory (Cloninger, 1994); Scale clinician report: SWAP-200-A, AREQ, IDQ, Asse II checklist. Risultati: outcome “good” nel 63%, “intermediate” nel 31%, “poor” nel 6%. Sono risultati predittivi di outcome sfavorevole: lunga durata di malattia (p<0.001) e di amenorrea (p<0.05); comorbidità psichiatrica in Asse II, in particolare con DP di Cluster B; il sottotipo binge-purging in cui le pazienti sembrano presentare maggiori tratti antisociali, borderline e istrionici (Asse II e Fattori PD), che i fattori Q riconducono a uno stile antisociale-psicopatico (p=0.002) di onnipotenza e manipolazione egocentrica delle emozioni altrui, queste pazienti sembrano inoltre caratterizzate da una maggiore disregolazione emotiva (p=0.004) ed esteriorizzazione (p=0.005), con assorbimento di ruolo (p=0.029) e mancanza di impegno(p=0.005); problemi nelle relazioni sociali (alla CBCL: Social Problems con p<0.05); all’EDI-2: valori elevati di Insoddisfazione Corporea e Inadeguatezza (p<0.001), di Impulsività e Insicurezza Sociale (p<0.005); al TCI: alto Evitamento del Danno (p<0.05), bassa Autodirettività (p<0.001). Conclusioni: in età adolescenziale attraverso il focus sul sintomo somatico amenorrea è possibile attuare un intervento di prevenzione secondaria nei DCA in particolare caratterizzati da: breve durata di malattia; sottotipo restrittivo (sia per le forme tipiche che atipiche), che presenta maggiori tratti evitanti e di alto funzionamento (Asse II e Fattori PD) che i fattori Q ri-descrivono come uno stile inibito autocritico più forte; alta autodirettività, come fattore di resilienza; buona qualità delle relazioni interpersonali.
Description: 2008/2009
URI: http://hdl.handle.net/10077/3684
NBN: urn:nbn:it:units-8851
Appears in Collections:Scienze mediche

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
vesco_phd_ok.pdf2.05 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

1,321
checked on Feb 20, 2018

Download(s)

3,756
checked on Feb 20, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.