Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/5151
Title: I mostri dell’Occidente medievale: fonti e diffusione di razze umane mostruose, ibridi ed animali fantastici
Authors: Sebenico, Sara
Keywords: mostriMedioevoarte medievaleanimali fantasticimonstersMiddle AgesMedieval Artlegendary creatures
Issue Date: 2005
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Sara Sebenico, "I mostri dell’Occidente medievale: fonti e diffusione di razze umane mostruose, ibridi ed animali fantastici", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2005, pp. 265
Abstract: Nell'Occidente medievale i mostri sono ovunque: nei bestiari, nella letteratura di viaggio, nelle enciclopedie, nei romanzi, ma anche nei sermoni recitati in Chiesa. I mostri sono diffusissimi nell'arte, in particolare nel periodo romanico e gotico nella scultura religiosa e nella miniatura. I mostri nel Medioevo comprendono le razze umane mostruose, come cinocefali e acefali, gli animali fantastici come grifone, basilisco, unicorno e gli ibridi, ma c'erano anche ibridi vegetali, come l'anatra vegetale o l'agnello vegetale. Il grande successo dei mostri durante il Medioevo non è dovuto a semplice ignoranza o a ingenuità, perché le radici dei mostri sono molto profonde e varie: i mostri medievali sono il frutto dell'eredità greco-romana e degli apporti del Medio e dell'Estremo Oriente, delle tradizioni orali, del Cristianesimo, ma anche di errori di copiatura e di errori di percezione.
In the Middle Ages, monsters are everywhere: in bestiaries, in travel literature, in encyclopedias, in novels, but also in sermons performed in the Church. Monsters are widespread in art, particularly in the Romanesque and Gothic periods in religious sculpture and miniature. Monsters in the Middle Ages include monstrous human breeds, such as chinocephalous and acephalous, fantastic animals such as griffon, basilisk, unicorn and hybrids, but there were also plant hybrids such as vegetable duck or vegetable lamb. The great success of monsters during the Middle Ages is not due to ignorance or ingenuity, because the roots of monsters are very deep and varied: medieval monsters are the result of the Greek-Roman heritage and the contributions of the Middle and Far East, of oral traditions, of Christianity, but also of mistakes in copying and errors of perception.
URI: http://hdl.handle.net/10077/5151
ISBN: 978-88-8303-333-9
Appears in Collections:I mostri dell’Occidente medievale: fonti e diffusione di razze umane mostruose, ibridi ed animali fantastici

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
mostri.PNGCopertina244.5 kBimage/pngThumbnail
View/Open
Mostri.pdfFull Text62.29 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.