Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/5647
Title: Verso una "teoresi" del diritto dei trasporti (Metodo-Oggetto)
Authors: Querci, Francesco Alessandro
Keywords: diritto dei trasportidiritto consuetudinario marittimodiritto marittimo comunediritto della navigazione
Issue Date: 2004
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Francesco Alessandro Querci, "Verso una "teoresi" del diritto dei trasporti (Metodo-Oggetto)", in: Trasporti. Diritto, economia, politica, 93 (2004), pp. 7-49
Abstract: La relazione tra uomo e mondo, avente carattere trans epocale e tendenzialmente eterno, è iscritta nella cultura universalmente umana. Le invenzioni tecniche, le scoperte scientifiche, le creazioni estetiche hanno titolo di appartenenza di campo di fenomeni alla cultura universalmente umana, in cui tecnologia e simbolismo, pur soffrendo certe limitazioni storiche dovute all’ingresso di uno specifico ambito naturale e sociale, sono tipiche espressioni dell’intelligenza creativa dell’uomo. Grazie alla indefinita capacità di reiterazione e ripetizione, mezzi tecnici e mezzi simbolici si trasferiscono e trascorrono da luogo a luogo, da società a società, da gruppi a gruppi e vengono a costituire nuclei essenziali di una cultura universalmente umana, altamente differenziata dalle culture socialmente, economicamente e storicamente limitate in virtù soprattutto della sua indefinita durata nel tempo. Dopo queste prime analisi l’autore passa a descrivere la proto cultura giuridica del comportamento dell’uomo nel tempo e la sterminata variegazione dei contributi dottrinali ala ricerca delle fondazioni del diritto dei trasporti. Passa ad esaminare la costruzione scientifica dell’ordinamento giuridico del diritto marittimo e dei c.d. quadri di teorie scientifiche generali elaborate da eminenti studiosi. Prima di analizzare l’oggetto ed il metodo nello studio del diritto dei trasporti, espone la teoria generale del diritto e comparazione e studio del mondo giuridico marittimo, la fenomenologia franta, frammentata e precaria del diritto dei trasporti, la riflessione dell’esperienza giuridica dei trasporti ritagliata nei “corsi” e “manuali”e la situazione dell’autonomia del diritto dei trasporti e le difficoltà della manualistica corrente. Successivamente evidenzia la necessità dell’identificazione di almeno un principio interpretativo, applicativo ed orientativo dell’esperienza giuridica trasportistica in senso stretto. Si espongono i c.d. universali fondamentali e gli elementi specifici della scienza giuridica trasportistica, la c.d. metafisica razionalistica e la c. d. metafisica empiristica e la dottrina delle formazioni sociali, economiche, trasportistiche e espone il senso, la ragione d’essere, la portata del diritto dei trasporti e la denotazione di un suo proprio ed essenziale nucleo teoretico.
URI: http://hdl.handle.net/10077/5647
Appears in Collections:Trasporti. Diritto, economia, politica n. 093 (2004)

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
QUERCI F. A._2004_93.pdf13.84 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

590
checked on Feb 18, 2018

Download(s)

355
checked on Feb 18, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.