Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/7660
Title: La traduzione poetica dall'inglese all'italiano: Quoth the raven: 'Nevermore'
Authors: Campanini, Silvia
Keywords: Traduzione poeticaLinguaggio poeticoTeoria della traduzioneCritica della traduzioneThe RavenIl metro e il ritmo in poesiaNevermore
Issue Date: 1991
Publisher: Campanotto Editore Udine
Source: Silvia Campanini, "La traduzione poetica dall'nglese all'italiano: Quoth the raven: 'Nevermore'", in :Traduzione, società e cultura, 1 (1991), pp. 1-85.
Series/Report no.: Traduzione, società e cultura
Abstract: 
Il contributo analizza la specificità del linguaggio poetico rispetto ad altre varianti linguistiche
dovuta alla manipolazione creativa del codice linguistico a fini estetici ad opera
del poeta tramite l'impiego di strutture sintattiche particolari, metafore culturali,
espressioni figurate, giochi di parole, neologismi ed espedienti fonoestetici quali
allitterazioni e assonanze. D'altra
parte, espedienti come la rima e la metrica non sono condizioni sufficienti
perché un testo sia poetico in quanto è la struttura stessa di un testo poetico e il
complesso intreccio dei livelli che la costituiscono a determinare l'unità del testo
e conferire ad esso la caratteristica di rimanere a lungo impresso nella memoria
del lettore. Strettamente collegate al problema dell'autonomia del traduttore sono infatti le
questioni riguardanti l'unità di base della traduzione poetica e la qualità
linguistica del testo di arrivo. Di conseguenza, in correlazione con la posizione
più libertaria sull'autonomia del traduttore, esiste da una parte la tendenza a
considerare come unità di base della traduzione la totalità del testo, tendenza
esemplificata dal principio della "traduzione mimetica" del testo poetico. A tale approccio testuale alla traduzione di un testo poetico si contrappone la
tendenza a considerare come unità di base della traduzione la parola, per cui la
difficoltà della traduzione poetica risiede proprio nel cercare di rendere coerenti fra
di loro parola, verso e totalità del testo. Due dei nuclei
conflittuali del testo poetico vengono così ad essere da un lato la tensione tra
parola in quanto unità di base del linguaggio e parola nel contesto del verso, e dall'altro quella tra parola come unità traduttiva minima e
testo come unità traduttiva massima.
Type: Book
URI: http://hdl.handle.net/10077/7660
Appears in Collections:Traduzione, società e cultura - 01

Files in This Item:
File Description SizeFormat
TSC_1991_1.pdf45.1 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Copertina-190-TSC_1991-1.jpg12.66 kBJPEGThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 5

2,366
checked on Dec 1, 2022

Download(s) 10

2,252
checked on Dec 1, 2022

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.