in/Tigor 08 Diritti fondamentali e diritti sociali

Details

Il volume raccoglie gli intereventi di natura prettamente filosofico-giuridica presentati al Convengo su Diritti fondamentali e diritti sociali tenutosi nel novembre 2011 presso l’Università degli Studî di Macerata. Gli interventi qui proposti affrontano il tema in oggetto da differenti angolature, del rapporto fra diritti ed obblighi, dalla correlazione tra diritti e dignità umana, sino a giungere ad analisi esemplificative dell’intrecciarsi e a volte del contrapposti di blocchi di diritti istituiti negli ordinamenti giuridici. Ciò che pare accomunare le diverse prospettive qui solcate dai vari autori è il riconoscimento, a partire del problema della vigenza dei diritti fondamentali, di nuove forme di regolamentazione giuridica dei rapporti umani, la cui presenza concreta nel processo di ordinamento necessita da parte degli studiosi del diritto un rinnovato sforzo teorico di comprensione e di sistematizzazione della nuove categorie del giuridico.


Marco Cossutta dottore di ricerca in Filosofia del Diritto, è professore associato di Filosofia del diritto nell’Università degli Studi di Trieste. Membro del Collegio dei Docenti della Scuola di dottorato in Giurisprudenza con sede amministrativa presso l’Università degli Studi di Padova, è socio fondatore del Cermeg FVG. Autore di numerose pubblicazioni di carattere filosofico-giuridico, è direttore scientifico di “Tigor. Rivista di scienze della comunicazione”. Per le EUT Edizioni Università di Trieste ha pubblicato recentemente i volumi Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulle declinazioni dell’interpretazione giuridica: a partire dall’uso alternativo del diritto (2011). Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulla critica della concezione meccanicistica dell’attività interpretativa (2011). Interpretazione ed esperienza giuridica. Sull’interpretazione creativa nella società pluralista (2012).

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 12
  • Publication
    Diritti fondamentali e diritti sociali
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2012)
    Cossutta, Marco
      1418  3417
  • Publication
    Brevi annotazioni sul diritto sociale in François Ewald
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2012)
    Vecchioli, Laura
    L’intervento pone le seguenti questioni: 1. Il diritto sociale, in quanto trasformazione nella pratica delle obbligazioni, può costituire una modificazione strutturale del diritto civile? 2. La regola sociale di giudizio, trasformazione della razionalità politica, può costituire una nuova prospettiva logica? 3. In che misura la socializzazione del diritto eccede le tradizionali divisioni disciplinari?
      769  778
  • Publication
    Costituzionalismo trasformativo, diritti sociali ed obblighi di progressiva realizzazione. Il modello sudafricano
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2012)
    Valentini, Chiara
    Il contributo analizza l’applicazione del sindacato di ragionevolezza ai diritti sociali, con riferimento all’approccio messo a punto dalla Corte costituzionale del Sudafrica, per evidenziarne alcuni aspetti rilevanti dal punto di vista teorico-costituzionale.
      967  1275
  • Publication
    Di una teoria che illumina le prassi. I limiti della rivendicazione dell’inviolabilità. Dei diritti sociali alla luce delle teorie del diritto sociale
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2012)
    Rapone, Vincenzo
    Di una teoria che illumina la prassi intende dimostrare come il processo di costituzionalizzazione e implementazione dei diritti sociali si sia storicamente andato realizzando sulla base del rafforzamento della sfera politico-statuale, raggiunto (avendo quale modello quello dei diritti pubblici soggettivi) tramite l’inclusione di contenuti sociali. Quest’ultima, lungi dall’essere in continuità con le teorie del c.d. diritto sociale, ne nega istanze fondamentali, quali la limitazione della potenza dello Stato e la pluralizzazione di istanze normative, essenziali in questo tipo di approccio. Col contemporaneo risultato di ideologizzarne l’applicazione, negando quella tensione “utopica”, sempre presente in queste teorie, tese alla realizzazione di un diritto non centrato in senso autoreferenziale sull’onnipotenza statuale, quanto volto, piuttosto, a conservare razionalmente le forme di socialità, il loro potenziale normativo, le loro potenzialità etiche.
      894  1130
  • Publication
    Individui o cittadini? Flexicurity e diritti sociali nel contesto comunitario
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2012)
    Possenti, Ilaria
    L’intervento si inserisce nel dibattito sullo statuto e sul soggetto dei diritti sociali nel contesto comunitario, con specifico riferimento agli orientamenti in materia di flexicurity e ai “quattro pilastri” delle strategie europee per l’occupazione: entrepreneurship, equal opportunities, adaptability, employability. Gli orientamenti emersi nella Comunicazione del 2007 Verso principi comuni di flessicurezza rafforzano la preoccupazione per l’arretramento dei diritti sociali, che vanno perdendo lo status di diritti fondamentali e la qualità di diritti sociali di cittadinanza, per decadere al rango di diritti di prestazione meramente legali o, addirittura, a quello di prestazioni erogate dal mercato, non esigibili da istituzioni pubbliche. Tale arretramento segnala la svolta neoliberale delle politiche comunitarie, tese ad assumere come soggetto di diritti o prestazioni l’individuo piuttosto che il cittadino, e in particolare l’individuo “flessibile”, inteso come nuova e peculiare rielaborazione del mito dell’homo oeconomicus.
      904  886