Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste : [18] Collection home page

Acquista il testo a stampa

Scarica il testo completo / Download full text

SOMMARIO

Prefazione

Parte prima
Figure e rappresentazioni del mare nel Teatro, nel cinema e nelle arti figurative

Paolo Quazzolo
Il mare nella drammaturgia scandinava.
Il caso della “Signora del mare” di Ibsen

Roberto Nepoti
Fellini e il mare

Massimo De Grassi
Il mare in una stanza: arte e cantieristica navale

Parte seconda
I racconti del mare: archetipi, simboli, immagini e metafore letterarie

Cristina Benussi
Scrittori di mare: alcuni archetipi narrativi del romanzo italiano tra Ottocento e Novecento

Caroline Patey
Sulla costa. Modernismo inglese e paesaggio marino

Laura Scuriatti
Sea changes: the Sea, Art and Storytelling in Shakespeare’s The Tempest, Isak Dinesen’s Tempests and Marina Warner’s Indigo

Roberta Gefter Wondrich
«these heavy sands are language»: the beach as a cultural signifier from Dover Beach to On Chesil Beach

Parte terza
Storia, territorio e urbanistica delle civiltà marittime

Andreina Maahsen-Milan
“The Withdrawn Sea”. Urbanistic Paradigms of the Mediterranean Cities: Role/Meaning/Function”

Sergio Zilli
Tra terra e acqua nel Nord dell’Adriatico. Il caso di Trieste

Cristiana Baldazzi
Il Mediterraneo tra geografia e immaginario: rileggendo Idrisi e i diari di Mu’in Bsisu

Parte quarta
L’isola Trieste fra culture di terra e di mare

Cinzia Ferrini
Per una filosofia hegeliana degli spazi naturali e umani: l’anomalia paradigmatica del “caso” Trieste

Raoul Kirchmayr
Trieste e il Mare. Orientamento, navigazione, pensiero

Bertrand Westphal
Ma il mare bagna Trieste? La città “terraiola”

Pier Aldo Rovatti
Abitare la distanza: l’isola Trieste

Marino Vocci
Forme dell’Alto Adriatico: i sensi opposti del mare

Pagine d’autore

Mahi Binebine
Les Yeux Volés

Browse
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 18 of 18
Issue DateTitleAuthor(s)
2012Fellini e il mareNepoti, Roberto
2012Les Yeux VolésBinebine, Mahi
2012Forme dell’Alto Adriatico: i sensi opposti del mareVocci, Marino
2012Abitare la distanza: l’isola TriesteRovatti, Pier Aldo
2012Ma il mare bagna Trieste? La città “terraiola”Westphal, Bertrand
2012Trieste e il Mare. Orientamento, navigazione, pensieroKirchmayr, Raoul
2012Per una filosofia hegeliana degli spazi naturali e umani: l’anomalia paradigmatica del “caso” TriesteFerrini, Cinzia
2012Il Mediterraneo tra geografia e immaginario: rileggendo Idrīsī e i diari di Mu‘īn BsīsūBaldazzi, Cristiana
2012Tra terra e acqua nel Nord dell’Adriatico. Il caso di TriesteZilli, Sergio
2012“The Withdrawn Sea” Urbanistic Paradigm of Mediterranean Cities: Role/Meaning/FunctionMaahsen-Milan, Andreina
2012«these heavy sands are language»: the beach as a cultural signifier from Dover Beach to On Chesil BeachGefter Wondrich, Roberta
2012Sea changes: the Sea, Art and Storytelling in Shakespeare’s The Tempest, Isak Dinesen’s Tempests and Marina Warner’s IndigoScuriatti, Laura
2012Sulla costa. Modernismo inglese e paesaggio marinoPatey, Caroline
2012Scrittori di mare: alcuni archetipi narrativi del romanzo italiano tra Ottocento e NovecentoBenussi, Cristina
2012Il mare in una stanza: arte e cantieristica navaleDe Grassi, Massimo
2012Il mare nella drammaturgia scandinava. Il caso della “Signora del mare” di IbsenQuazzolo, Paolo
2012PrefazioneQuazzolo, Paolo; Gefter Wondrich, Roberta; Zopellari, Anna; Ferrini, Cinzia
2012Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” TriesteFerrini, Cinzia; Gefter Wondrich, Roberta; Quazzolo, Paolo; Zoppellari, Anna
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 18 of 18
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed

Nel solco di una ricerca sulle culture del mare in ambito europeo ed extraeuropeo da diversi anni intrapresa a Trieste, questo volume raccoglie i risultati di un nuovo studio progettato e realizzato da alcuni membri del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, con il contributo di colleghi degli Atenei di Bologna, Milano, Limoges e dello European College of Liberal Arts di Berlino. Le quattro sezioni in cui è strutturato il volume intendono rendere conto dell’intreccio di prospettive che sostanzia ogni riflessione critica sulle diverse forme di espressione delle culture del mare, in un dialogare di competenze e geografie culturali che tocca le sponde d’Europa: il Mare del Nord, la Manica, il Mediterraneo e l’Adriatico. Un “gioco” di sponde che raccorda l’idea di mare aperto, “stretto”, come il fiordo e la Manica, di mare chiuso, sia con le dinamiche storiche della portualità, sia con la presenza, ineludibile, dell’isola come unità del pensiero e del luogo, della forma e dello spazio, punto nodale che raccoglie in tensione le varie maglie di una rete più ampia. Si tratta, allora, di concepire il mare e lo spazio costiero come luogo delle tradizioni e delle contraddizioni, spazio che vive e si trasforma insieme all’identità delle genti che lo abitano. Civiltà del mare è impreziosito, a conclusione delle quattro sezioni, da un breve e intenso racconto inedito in Italia, Les yeux volés, di Mahi Binebine, che pubblichiamo per gentile concessione dell’autore.

Discover