Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/8910
Title: La traduzione dello "speakeraggio" di un film documentario
Authors: Taylor, Christopher
Keywords: Traduzione di filmTraduzione di documentari televisiviInterpretazione simultaneaMetalinguaggio
Issue Date: 1992
Publisher: Campanotto Editore Udine
Source: Christopher Taylor, "La traduzione dello 'speakeraggio' di un film documentario", in: Rivista internazionale di tecnica della traduzione n°0, Udine, Campanotto Editore (1992), pp. 87-90
Series/Report no.: Rivista internazionale di tecnica della traduzione
0
Abstract: 
Il presente articolo espone le difficoltà incontrate e
le strategie adottate nella traduzione del commento
parlato (lo 'speakeraggio') di un film documentario, in
particolare nel caso in cui il traduttore non abbia
accesso al film durante la fase del lavoro di traduzione.
In queste circostanze il traduttore deve lavorare
awalendosi solo della 'sua' immagine della pellicola,
che potrebbe non vedere neanche al momento della
registrazione. Nel caso specifico esaminato in
quest'articolo, il testo originale da tradurre dall'italiano
in inglese (Le foci de/l'lsonzo e l'ambito di tutela della
Cona) era già stato registrato per la versione italiana del
documentario, e perciò il formato del testo era di
qualche aiuto, in quanto era diviso chiaramente in
paragrafi brevi corrispondenti agli spezzoni del film.
Questo però faceva sorgere la domanda se gli stessi
paragrafi, una volta tradotti, si sarebbero adeguati bene
nella versione inglese. Il testo dev'essere costruito per il commento parlato
e quindi conformarsi alle esigenze particolari della
descrizione orale, adattandosi alle pratiche standard
della lingua d'arrivo. Si deve aderire al metalinguaggio di
istruzioni e segnali di luogo e bisogna mantenere intatte
le parole-chiave. In considerazione di tali fattori, risulta
che la caratteristica saliente di questo tipo di traduzione
è che deve, in effetti, attenersi più fedelmente al testo
originale, sia per quanto riguarda la forma che il
contenuto, di quanto avvenga di solito, e quindi essere
piuttosto 'semantica' (Newmark 1981: 38) nel suo
approccio, mentre nello stesso momento essa
rappresenta quella tipologia di testi che di norma
richiedono un'approccio comunicativo.
Type: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/8910
ISSN: 1722-5906
Appears in Collections:Rivista internazionale di tecnica della traduzione n.00 - 1992

Files in This Item:
File Description SizeFormat
RITT-00-CTylor.pdf512.71 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 10

1,284
checked on Oct 3, 2022

Download(s) 50

803
checked on Oct 3, 2022

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.