Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/9096
Title: Speleogenesi e speleotemi di opale della Cueva Guacamaya, Auyan Tepui, Gran Sabana, Venezuela
Authors: Sauro, Francesco
De Waele, Jo
Forti, Paolo
Galli, Ermanno
Vergara, Freddy
Keywords: Carsismo nelle quarzitiAuyan TepuiVenezuelaSpeleotemi di OpaleGessoQuartzitic KarstAuyan TepuiOpal SpeleothemsGypsum
Issue Date: 2013
Publisher: EUT Edizioni Università Trieste
Source: Francesco Sauro, Jo De Waele, PaoloForti, Ermanno Galli, Freddy Vergara, "Speleogenesi e speleotemi di opale della Cueva Guacamaya, Auyan Tepui, Gran Sabana, Venezuela" in: Franco Cucchi e Pino Guidi (a cura di), "Diffusione delle conoscenze: Atti del XXI Congresso Nazionale di Speleologia, Trieste, 2-5 giugno 2011", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2013, pp. 461-469
Abstract: La Cueva Guacamaya, esplorata nel marzo 2009 dall’elicotterista Raul Arias, è la più vasta cavità a sviluppo orizzontale conosciuta nel massiccio quarzitico dell’Auyan Tepui, nella Gran Sabana Venezuelana. A differenza delle altre cavità esplorate nell’area in precedenti esplorazioni dell’Associazione La Venta, questa grotta presenta morfologie peculiari, sviluppandosi lungo un sottile interstrato di ossidi e argille che interrompe la serie quarzitica della Formazione Mataui. La presenza di speleotemi di opale, di svariate forme e dimensioni notevoli, unite alla presenza di infiorescenze di gesso, per la prima volta segnalate in ambiente quarzitico in tale abbondanza, fanno di questa cavità un’interessante oggetto di studio sia per gli aspetti mineralogici, sia per un futuro progetto di datazione e geochimica degli speleotemi di opale.
In March 2009 the Guacamaya cave was discovered on the Auyan Tepui by the helicopter pilot Raul Arias. It represents one of the longest caves explored on this table mountain, the only one known today with a complete horizontal development, comparable with those of the Brewer Cave System, in the Chimantha Tepui (the world largest sandstone cave). This cave presents typical morphologies, developed along an evident interbed of oxides, amorphous silica and clay interposed between hard quartzitic massive banks. In the walls around this layer, a variety of opal speleothems, of unusual dimensions and shapes, together with gypsum flowers and crusts have been documented. This preliminary study focuses on the general morphology of the cave conduits and on the mineralogical compositions and features of the opal-gypsum speleothems.
URI: http://hdl.handle.net/10077/9096
ISBN: 978-88-8303-502-9
Appears in Collections:Diffusione delle conoscenze: Atti del XXI Congresso Nazionale di Speleologia

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
70_Sessione-IX-Sessione-esplorazione-ricerca_Sauro-et-al.pdf4.88 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons