Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/9867
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorMarcone, Arnaldo-
dc.date.accessioned2014-04-29T08:12:37Z-
dc.date.available2014-04-29T08:12:37Z-
dc.date.issued2014-
dc.identifier.citationArnaldo Marcone, Forme di ‘scrittura quotidiana’ a Roma e nel mondo romano tra la fine dell’età repubblicana e la prima età imperiale, in: Monica Chiabà (a cura di), HOC QVOQVE LABORIS PRAEMIVM. Scritti in onore di Gino Bandelli. Trieste, EUT - Edizioni Università di Trieste, 2014, 291-306it_IT
dc.identifier.isbn978-88-8303-552-4-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10077/9867-
dc.description.abstractIn questo contributo si è cercato di verificare la possibilità che nel mondo antico, anche in contesti per i quali si può presupporre che poche fossero le persone davvero capaci di leggere e scrivere, il ricorso alla scrittura fosse comunque presupposto e generalizzato. Gli esempi addotti suggeriscono che lo sviluppo delle relazioni economiche nel mondo romano (a partire dal III secolo a.C.) abbiano determinato le condizioni per un fenomeno di questo genere. Altamente significativo delle peculiarità della società romana appare il caso dello schiavo ‘letterato’, che ha la possibilità di aver parte negli affari del padrone.it_IT
dc.description.abstractIn this paper we tried to explore the possibility that in the ancient world, where many people are supposed not to be able to read or write, the use of written languages was not something restricted to a small, high-status group. The examples here discussed suggest that in Rome, with the development of economic relations (from the third century B.C.), a wide range of people could participate in the use of writing in some fashion. A good example is the ‘literate slave’ who stands a chance of taking part in the owner’s business.it_IT
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherEUT Edizioni Università di Trieste-
dc.relation.ispartofseriesPolymnia: Collana di Scienze dell'Antichità. Studi di Storia romanait_IT
dc.relation.ispartofseries3it_IT
dc.titleForme di ‘scrittura quotidiana’ a Roma e nel mondo romano tra la fine dell’età repubblicana e la prima età imperialeit_IT
dc.typeBook Chapter-
dc.identifier.eisbn978-88-8303-560-9-
item.fulltextWith Fulltext-
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_3248-
item.openairetypebookPart-
item.grantfulltextopen-
item.cerifentitytypePublications-
item.languageiso639-1it-
Appears in Collections:03. Hoc quoque laboris praemium. Scritti in onore di Gino Bandelli
Files in This Item:
File Description SizeFormat
MARCONE.pdf177.85 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show simple item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

852
checked on Jan 17, 2021

Download(s)

1,417
checked on Jan 17, 2021

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons