Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/9940
Title: L’analisi spaziale della mobilità turistica attraverso strumenti di geotagging: un esperimento con la web community di Panoramio
Authors: Meini, Monica
Nocera, Rossella
Spinelli, Gianfranco
Keywords: MobilityTourismSpatial analysisUser-generated geodataMobilitàturismoAnalisi spazialeInformazione geografica generata dall’utente
Issue Date: 2014
Publisher: EUT - Edizioni Università di Trieste
Series/Report no.: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia
149
Abstract: Il presente contributo intende: 1) offrire spunti di riflessione sui possibili modi di analizzare la mobilità turistica in conseguenza delle recenti tendenze del turismo globale e del ricorso sempre più diffuso alle informazioni geolocalizzate; 2) valutare la potenzialità e l’attendibilità di dati provenienti dagli utenti della rete; 3) proporre adeguati percorsi di ricerca per l’analisi spaziale della mobilità legata all’esperienza turistica e ricreativa. La prospettiva della ricerca avviata dagli AA. e qui presentata è di verificare le potenzialità che le banche dati fotografiche prodotte dalle web community possono riservare per un’analisi spaziale che permetta di quantificare e catalogare con nuovi criteri la mobilità per motivi ricreativi a scala nazionale. Il presupposto è che la tipologia dei dati in oggetto è destinata ad ampliarsi enormemente e a vedere aumentata la propria significatività. La ricerca si basa sulle fotografie rilevate sul territorio italiano e caricate in Panoramio, piattaforma molto popolare per la condivisione ed organizzazione delle foto geolocalizzate. Il numero di foto contenute nel dataset è di 941.651, ovvero tutte quelle caricate sul sito fino all’aprile del 2009. L’alto numero di fotografie presenti sul nostro territorio nazionale stimola la ricerca di metodologie per ricavare nuove informazioni da queste enormi quantità di dati ed integrare così le classiche analisi di mercato sul comportamento spaziale dei turisti. Le fotografie diventano quindi un importante punto di partenza per lo sviluppo di analisi che possono portare nuovi risultati utili alle imprese e alla gestione del territorio nel suo complesso.
This paper aims: (1) to provide insights on the possible ways to analyze tourist mobility as a result of the recent trends of global tourism and the ever increasing use of spatial information; (2) to assess the potentiality and reliability of user-generated data; (3) to propose appropriate research paths for spatial analysis of tourism and recreation-related mobility experience. The perspective of the research is to verify the potential that the databases produced by photographic web communities can have for a spatial analysis that allows to quantify and classify the mobility for recreational purposes at the national scale. The assumption is that the type of data in question is set to expand greatly and so to increase its relevance. Our study is based on the photographs taken in the Italian territory and loaded into Panoramio.com, a very popular platform for sharing and organizing geolocated photos. The number of pictures contained in the dataset is 941.651, all those uploaded to the site until April 2009. The large number of photographs on our national territory stimulates the search for methods to derive new information from these massive amounts of data and integrate the usual market analysis on the spatial behavior of tourists. The photographs then become an important starting point for the development of analysis that can bring new results aimed at enterprises and destination management as a whole.
URI: http://hdl.handle.net/10077/9940
ISSN: 0044-9733
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 149

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
8_Meini_Nocera_Spinelli.pdf2.26 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

630
checked on Feb 20, 2018

Download(s)

1,005
checked on Feb 20, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.