Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/9951
Title: Stime quantitative e un primo studio cartografico delle seconde residenze nel processo di litoralizzazione della fascia costiera del Nord-Est della Sardegna
Authors: Battino, Silvia
Keywords: LandscapeSecond homeTourismSardinia IslandPaesaggioSeconde residenzeTurismoSardegna
Issue Date: 2014
Publisher: EUT - Edizioni Università di Trieste
Series/Report no.: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia
150
Abstract: Il turismo, divenuto un vero e proprio fenomeno sociale, ha richiesto sempre più disponibilità di risorse ambientali. L’industria turistica, così, risulta essere una delle principali attività economiche che contribuisce significativamente alle trasformazioni del paesaggio, normalmente, poi, di quello più attraente. Nell’isola mediterranea di Sardegna, in questi ultimi cinquant’anni, la crescente domanda di turismo balneare, ha messo a dura prova alcuni suoi spazi costieri per la rilevante presenza di strutture ricettive, pararicettive e ricreative. Una urbanizzazione eccessiva, quindi, a cui ha contribuito in modo rilevante la presenza di abitazioni private destinate alle vacanze. Il presente lavoro, dopo una disamina introduttiva sulla valenza geografica del fenomeno delle seconde case, ha considerato lo stesso in un’ottica quantitativa in Gallura, regione storica del nord-est della Sardegna, dove particolarmente importanti sono la domanda e l’offerta del turismo. Infine, la distribuzione dei luoghi più significativi per la presenza di queste abitazioni temporanee è stata osservata utilizzando la cartografia digitale, mentre il processo di urbanizzazione del litorale è stato studiato, con alcune esemplificazioni, nella sua evoluzione storica con il sussidio di ortofoto della Regione Sardegna.
Tourism, which has become a real social phenomenon, required more and more availability of environmental resources. Thus, the tourist industry represents one of the major economic activities that significantly contribute to the transformations of the landscape in general, actually it transforms the most beautiful ones. In the past fifty years, in the Sardinia island the growing demand for beach tourism put to the test some of its coastal areas because of significant presence of accommodation facilities and recreational activities. In addition, the presence of private homes for the holidays also produced a massive and intensive urbanization. After an extensive introduction about the geographical value of the second homes phenomenon, the present work deals with the phenomenon itself, under a quantitative point of view, in Gallura. This is an historical region of the Sardinia north-east where the supply and demand of tourism are very important. Furthermore, the distribution of the most significant places for the presence of these temporary accommodations has been observed using digital cartography, whereas the process of coastline urbanization has been studied, with some exemplification over its historical evolution by means of the orthophotos of Sardinia’s region.
URI: http://hdl.handle.net/10077/9951
ISSN: 0044-9733
eISSN: 2282-472X
DOI: 10.13137/2282-472X/9951
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 150

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Boll_AIC_150_01_Battino.pdf4.84 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

925
checked on Oct 23, 2018

Download(s)

1,249
checked on Oct 23, 2018

Google ScholarTM

Check

Altmetric


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.